COME SCEGLIERE LA BEVANDA VEGETALE PIÙ ADATTA AL NOSTRO BENESSERE?

16/05/2018
Chi abbandona il latte vaccino e sceglie una bevanda vegetale, lo fa per svariati motivi:
  1. Intolleranza al lattosio
  2. Per una questione etica (è vegano).
  3. Perché segue un preciso regime alimentare (le bevande vegetali contengono meno grassi rispetto al latte vaccino).
Nei negozi specializzati esistono tantissime bevande vegetali studiate appositamente per accontentare anche i palati più esigenti. Ma se un’offerta così ampia può rivelarsi stimolante, d'altra parte c’è il rischio che crei confusione nel consumatore che deve barcamenarsi tra l’una e l’altra non capendo quale sia quella più adatta al suo benessere.
  
Per questo motivo oggi vogliamo condividere con voi alcune dritte per rendere la vostra scelta meno stressante possibile!

Per prima cosa optate sempre per bevande vegetali certificate biologiche, perché vi assicurano che il cereale o la frutta secca in esse presenti non contengano concimi chimici e fitofarmaci!
Dopo questa prima e importantissima scrematura, partite dal presupposto che non tutte le bevande vegetali sono uguali e non lasciatevi guidare nella scelta dal solo gusto personale, fate invece un’accurata selezione di quelle con una lista ingredienti meno lunga possibile (più è lunga, più la bevanda è lavorata).

Ora armatevi di tempo e pazienza (ricordatevi che lo state facendo per il vostro benessere) e leggete con cura l’etichetta nutrizionale di solito posta sul retro della confezione. Trovata? Ora tenete bene a mente che gli ingredienti seguono un ordine decrescente di quantità: quelli elencati nelle prime posizioni si troveranno all’interno della bevanda in quantità maggiore degli ingredienti che seguono e così via. 

Ora analizzate nel dettaglio il valore energetico espresso in calorie (Kcal) e quali sono i principali nutrienti in essa presenti (proteine, fibre, sali minerali, vitamine ecc…) preferendo quelle più ricche di proprietà benefiche.

Oltre ad evitare bevande che presentano aromi o coloranti, analizzate anche la quantità di zucchero presente (se vi capita sotto mano una bevanda vegetale “senza zuccheri aggiunti” non lasciatevela sfuggire).  

Last but not Least: se nella bevanda è presente dell’olio, evitate quello di palma preferendo l’olio di semi di girasole, notoriamente più ricco di vitamina E e di quelle del gruppo B, di omega 3 e 6, di acido linoleico che aiuta nel mantenimento di livelli normali di colesterolo.